6 dic 2012

Natale a New York tra musical e shopping


ANSA - Spettacoli e musical vanno "a ruba" fra dicembre e gennaio e riuscire a prenotare una data prima di partire sarebbe davvero il colpo perfetto. Un grande classico è lo spettacolo di Natale al Radio City Music Hall (fino al 30 dicembre), mentre il cartellone di Broadway ne ha per tutti i gusti. Debutta quest'anno in versione musical A Christmas Story (fino al 30 dicembre), tratto dall'omonimo film del 1983 e prodotto nientemeno che da Peter Billingsley, che interpretò il piccolo Ralphie della pellicola. In cartellone ci sono anche Elf (fino al 6 gennaio 2013), Newsies (show in cartellone da marzo), Nice Work if you can get it, con le musiche di Gershwin, e Chaplin. Chi non ha acquistato un biglietto non si faccia intimorire dalla fila al botteghino nel cuore di Times Square: acquisti un ticket per il primo show disponibile (e con posti magari in offerta) che trova. Lo show è assicurato e il teatro a Broadway è un'esperienza da ricordare. Tantissimi sono i concerti di Natale: al Metropolitan Museum of Art e al Neapolitan Baroque Crèche, fino al 6 gennaio.

 Infilarsi i pattini a New York è anche un modo divertente per vincere il freddo. L'albero di Natale più famoso della Grande Mela è quello del Rockfeller Center, inaugurato in pompa magna a fine novembre, che fa da sfondo a una delle piste di pattinaggio su ghiaccio più conosciute ma anche più affollate della città. Uno degli angoli più belli è quello di Bryant Park dove pure viene allestito ogni anno uno dei 12 rink pubblici della Grande Mela, il Citi Pond, il più economico se già si possiedono i pattini perché l'ingresso è libero. Altre piste si trovano a Central Park: Wollman Rink e Lasker Rink. Ci sono poi l'Ice Rink di Riverbank State Park, lo Sky Rink di Chelsea. Nel Meatpacking District lo Standard hotel aprirà la sua pista al pubblico nel 2013 ma le date ancora non ci sono. Quest'anno il Kate Wollman Rink di Prospect Park rimarrà invece chiuso perché in fase di rinnovamento.

Intanto per prepararsi allo shopping newyorchese è meglio partire con le valigie semi vuote oppure con un borsone di scorta se il proprio biglietto aereo lo consente. Dopodiché in città non c'è niente di più naturale che fare acquisti, dai mercatini di Natale ai grandi magazzini: i saldi invernali stanno per iniziare. Per regali o souvenir sono perfetti i numerosi market natalizi. Si possono trovare a Columbus Circle, Bryant Park, Grand Central Terminal o Union Square e offrono di tutto: dalle decorazioni natalizie agli accessori, da oggetti per la casa agli abiti. All'Holiday Shops di Bryant Park si trovano in particolare tanti prodotti ecosostenibili e pezzi d'artigianato. I grandi magazzini sono un classico glamour nel cuore di Manhattan: Macy's, Saks e Bloomingdale's propongono linee di abbigliamento, scarpe e accessori di brand affermati, americani ed europei. L'Apple Store sulla Quinta strada, Tiffany e Fao Schwarz sono vere e proprie attrazioni turistiche al pari di Central Park e della Statua della Libertà. Per chi cerca gadget tecnologici la Mecca su cui puntare è B&H, tra la 34/ma Strada e la Nona Avenue. Chi ama le grandi firme non può mancare al Woodbury Common Premium Outlets (Central Valley, NY) collegato con navette dal centro di New York. Altrimenti a due passi da Wall Street c'è Century 21, tempio caotico dello shopping. Se il traffico umano della Quinta Strada è troppo stressante ci si può dirigere in uno dei quartieri più alla moda: Soho, ricco di boutique e di negozi originali.




Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...