01 dic 2012

'Un Natale con i fiocchi' a Torino

ANSA -  Arte, spiritualita', tradizioni, bambini, montagna e sculture di ghiaccio: si snoda in sei percorsi, accomunati nel segno delle festivita', 'Un Natale con i fiocchi', il ricco calendario di iniziative di arte, musica, teatro, danza e spettacoli organizzato dal Comune di Torino dal primo dicembre al 13 gennaio e giunto alla seconda edizione. ''La seconda edizione di 'Un Natale con i fiocchi' - osserva Maurizio Braccialarghe, assessore alla Cultura, Turismo e Promozione della citta' - sara' ancora piu' ambiziosa e completa per contenuti e qualita'''. Il Natale dell'arte avra' come principale attrazione l'esposizione a Palazzo Madama, fino al 13 gennaio, di un capolavoro della pittura rinascimentale italiana: il ritratto di Lionello d'Este opera del Pisanello. Ci saranno anche gli appuntamenti piu' tradizionali, come le Luci d'artista per le vie del centro e il presepe di Emanuele Luzzati. Anche le tradizioni hanno le loro novita'. Lo dimostra il grande Carillon, spettacolo di dieci artisti di circo, in otto appuntamenti, che compiono evoluzioni a venti metri da terra a ritmo di musica. Il percorso portera' nelle principali vie, piazze e gallerie del centro circa 2.500 artisti per oltre 100 appuntamenti tra cori, musica, gospel, danza, teatro di strada.

Ciliegina sulla torta saranno il Calendario dell'Avvento, un castello fiabesco con le 25 finestre animate dai personaggi di Luzzati, e il tradizionale mercatino natalizio di Borgo Dora. La spiritualita' delle diverse tradizioni religiose del Natale prevede musica, teatro e letture nei luoghi di culto cittadini, affiancati da itinerari di meditazione che affronteranno temi come il dono, il magnificat, il mistero, la notte. Per i piu' piccoli ci sara', ogni giorno, una fiaba inedita interpretata da giovani attori. Poi il trenino di Natale e la possibilita' di avvicinarsi agli sport invernali tramite il campo scuola di sci e di pattinaggio su ghiaccio. Proprio il ghiaccio porta a Torino le sculture degli artisti di Harbin e il presepe degli artisti nostrani che coinvolgeranno i piu' piccoli con divertenti lezioni. Cori alpini, incontri letterari e film a tema, mostre e una scalata alla Mole Antonelliana: e' il percorso 'Citta' delle montagne', che rendera' omaggio alla vocazione alpina del capoluogo piemontese. Fuori dai percorsi, ma da non perdere, sara' infine il capodanno in piazza San Carlo, con un grande concerto, balli e musica francese, anteprima di 'Torino incontra la Francia' che animera' la citta' per tutto il 2013. ''Tutto questo e' indice di come Torino stia moltiplicando i suoi sforzi per trasformarsi in un'importante meta turistico-culturale - conclude l'assessore Braccialarghe - impegno che sta gia' registrando diversi successi. Siamo sicuri che l'incantevole atmosfera natalizia della nostra Torino richiamera' moltissime persone nuovamente in citta'''.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...