06 dic 2013

FIERA DEI PRESEPI E DEI PUPI A LECCE

imageNel centro della grande piazza Sant’Oronzo, a coprire il mosaico della lupa leccese, sotto la cascata di lucine che evocano una nevicata natalizia, due grandi stand bianchi ospitano la Fiera di Santa Lucia. All’interno luci colorate, movimenti meccanici e sciabordio di acqua rendono pochi metri quadri un luogo fiabesco dove restare incantati.

Ad ogni espositore viene assegnato un banchetto sul quale adagiare le proprie opere migliori e farsi un po’ di pubblicità. Le opere esposte sono di diverse fattezze, dimensioni e si può trovare un oggetto per ogni gusto e per ogni tasca.

Ogni anno si registrano numerosi visitatori e nei giorni feriali gli stand vengono presi letteralmente d’assalto sia da curiosi che vogliono solo guardare che da potenziali acquirenti, in vena di rifacimento del Presepe domestico. Al caso di questi ultimi fanno le opere di tutti quegli espositori che propongono elementi del Presepe che variano dalle casette ai personaggi, alla rappresentazione dei mestieri tradizionali e di quelli più recenti.

Non mancano le animazioni che rendono ancora più interessanti le statuine dei pupi che rappresentano i fornai, le massaie, le donne che impastano il pane o lavano il bucato.

Per chi, invece, ha poco tempo ma vuole comunque addobbare la casa con un bel Presepe, non manca una vasta scelta di opere complete: bellissimi Presepi curati nei minimi dettagli che si stagliano imponenti sui banchetti degli stand.

Palmizi, ruscelli, capanne, animaletti da cortile, personaggi raffiguranti le arti e i mestieri dell’epoca e, in fine, la grotta con la Natività: questi sono gli elementi ricorrenti nei Presepi finiti e pronti per essere esposti nel salotto domestico. Ogni espositore, poi, dà un taglio particolare e personalizzato al proprio Presepe, per renderlo unico e appetibile agli occhi del compratore.

Anche il materiale utilizzato per la costruzione dei personaggi e dei Presepi cambia di stand in stand e influisce, ovviamente, sul costo del prodotto finito.

Si spazia dalla creta lavorata a mano, abbastanza grezza e grossolana, dei pupi di piccole dimensioni e scarsamente rifiniti, quelli di basso costo, accessibili a tutti, alle vere e proprie opere d’arte di cartapesta, materiale ampiamente utilizzato nel leccese, che lascia tutti a bocca aperta, estimatori del genere e non.

Non mancano, poi, le rivisitazioni più infantili dei personaggi della Natività ed è bello scoprire anche le piccole opere originali raffiguranti microscopici Presepi all’interno del gheriglio di una noce o di un piccolo otre artigianale. http://www.leccenelsalento.it/fiera-dei-pupi/

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...