14 gen 2014

Carnevale in Croazia

imageA Fiume, Rijeka in croato, già si respira l'aria del Carnevale. Al bando pensieri cupi: dal 17 gennaio con la cerimonia della consegna delle chiavi la città sarà invasa da maschere, per lo più volutamente "brutte" per esorcizzare le "forze del male" e portare un po' di chiassosa allegria fra la popolazione e i turisti che per l'occasione affolleranno strade e locali.
Quella del Carnevale è più di una tradizione per la città quarnerina, dai croati viene considerata una specie di quinta stagione dell'anno a cavallo di inverno e primavera, all'insegna della spensieratezza. Grazie a sfilate, musica ed eventi sportivi le strade sono un'esplosione di colori, profumo di zucchero filato, suoni. Un'esperienza che si trasforma in occasione di viaggio, a due passi da casa. Di origini secolari, la tradizione "contemporanea" del Carnevale risale a trent'anni fa, al 1982, quando i tre gruppi mascherati dei Campanari di Halubje, i Pehinarski feštari e i Lako ćemouna domenica d'inverno fecero una passeggiata/sfilata nel centro di Fiume, di fatto dando il 'la' a una rinascita della festa carnevalesca. La data di inizio dei festeggiamenti è sempre "all'Antona", ovvero il giorno di Sant'Antonio il 17 gennaio, con la bandiera che viene issata ogni anno in un quartiere diverso. E' il fischio d'inizio al viavai di carri mascherati in ogni dove al grido del saluto tipico Krepat, ma ne molat! (Crepar, ma non mollar!). Il gran finale è una incredibile nonstop di dieci giorni di parate e festeggiamenti che culmina prima con la Sfilata dei bambini (il 22 febbraio) e poi con la Sfilata Internazionale del Carnevale di Rijeka (il 2 marzo).

ANSA

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...